Incipit

La storia che sto per raccontarti richiede un lettore che abbia un cuore pulito e uno sguardo curioso sulle cose della vita. Se non possiedi almeno una di queste caratteristiche, farai meglio a riporre questo romanzo sul ripiano impolverato dei libri mai letti e dimenticati. Tuttavia, anche se così fosse, la storia inizierebbe a palpitare così forte che non potrai fare a meno di riprendere in mano il racconto per leggere almeno le prime pagine. La prima ti condurrà alla seconda, la seconda alla terza e la terza alla successiva e così fino alla fine. E poi?
Il finale ti potrebbe lasciare in uno stato di insoddisfazione tale da voler andare oltre l’ultima pagina, al di là dell’ultimo punto, facendo procedere la storia a tuo piacimento, creando un altro romanzo. Non è un po’ così che procede la vita? Parti spesso da un’idea dai contorni ben definiti, pensando di aver trovato finalmente la strada e la direzione da seguire.
Poi, arriva Lei. La regina della Vita con la sua forza creatrice e irrazionale, mai uguale a se stessa e in continuo divenire. Gli eventi narrati corrono su più linee, non sempre parallele. Sarà come avere al polso un orologio libero e ribelle che segna solo i momenti d’amore e di amicizia. Entrerai in una dimensione di un Tempo che non teme il Tempo.
Perciò, caro lettore, non aspettarti una storia ben ordinata e rassicurante. Non ci saranno confini e ruoli stabiliti in questo romanzo. L’autore, i vari narratori, il lettore di carta ed il lettore in carne ed ossa entreranno ed usciranno dalle pagine confondendosi l’uno con l’altro. Non percepirai più la separazione fra la vita reale e quella immaginata. Avrai la capacità di seguire il filo magico dietro ai fatti narrati? Sarai in grado di lasciare le tue certezze per immergerti in nuovi mondi? E, soprattutto, sarai in grado di entrare in questa storia trasparente?


R. S.

copertina_ilviaggiotrasparente-sm.jpg

Alexander sta compiendo un viaggio in treno e, durante il tragitto, incontra Aurora, una ragazza che lo colpisce in modo particolare. Ella sembra possedere un'anima antica venuta da molto lontano per portare un messaggio. Aurora, infatti, consegna ad Alexander un quaderno contenente un racconto intitolato "Il viaggio trasparente" e poi, misteriosamente, sparisce. Prima di andarsene, Aurora prega Alexander di custodire le sue parole... Alexander, incuriosito, inizia a leggere il manoscritto della strana scrittrice. Ne "Il viaggio trasparente", il personaggio centrale è Anita, una donna di mezza età che, ad un certo punto della sua vita, si sente inspiegabilmente attratta a salire su un treno, lasciando tutto alle sue spalle. Tutto. Sul treno trasparente, Anita incontra il buon Peter e l'amico Mr J, una presenza accogliente, un essere di luce. Peter e Mr J la condurranno a visitare tutti i vagoni del treno ed in ogni vagone, Anita incontrerà tanti personaggi commoventi. Solo alla fine, capirà tutto. Capirà di aver incontrato le persone che ha amato e che quello altro non è che la metafora della sua vita. Tra uno scompartimento e l'altro, ella sente a tratti l' irrefrenabile desiderio di scendere dal treno buono e luminoso dell' amore perché attratta da un malefico e misterioso Mr D. Mr D altro non è che lo specchio della sua parte in ombra che Anita deve a tutti i costi sconfiggere per fare il salto evolutivo. Tuttavia, Mr D è troppo potente e la sta uccidendo, se non fosse per l' intervento di un inaspettato personaggio! Alexander, il lettore della storia! Sì, proprio lui! La vita vera e la storia di carta si intrecciano magicamente. Alexander entrerà nella storia per salvare la dolce ed indifesa Anita. Sarà però un atto d' amore a sconfiggere il malvagio Mr D e a riportare in vita l'eroina della storia! Anita riesce finalmente a risalire sul suo amato treno per salutare per l'ultima volta i suoi genitori, i suoi fratelli, i suoi cani, i suoi amici, insomma tutti i suoi più cari affetti. Dice addio anche a Peter e a Mr J che l' hanno aiutata nel trapasso. La morte di Anita e la fine della storia colpiscono in modo così profondo Alexander da farlo cadere in uno stato di apatia. Ad un certo punto, capirà che è giunto anche per lui il momento di salire sul suo treno e una forza incredibile lo spingerà a compiere un ultimo gesto, mantenendo così una solenne promessa fatta tanti anni prima alla bella Aurora: la pubblicazione del magico manoscritto.

SINOSSI

compra-su-amazon-1024x355.png
unnamed.jpg